Barche in secca e ruspe in azione per dragare il fondale nei pressi del Ponte della Becca, alla confluenza tra Po e Ticino, in provincia di Pavia. La portata dei fiumi è ai minimi storici, con l’acqua che si ritira sempre di più a causa delle alte temperature e della scarsità di precipitazioni. Compromessa la navigazione, con il rischio di rimanere incagliati a causa del fondale basso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siccità, gli effetti sulla produzione di energia elettrica: nel bacino del Po impianti chiusi o limitati e mini-centrali a -90%. Gli altri casi, dalla Liguria alla Val d’Aosta

next
Articolo Successivo

Emergenza climatica, il mar Mediterraneo è diventato bollente: temperature di 4 gradi superiori alla media

next