“Non è che fra le 12 e le 18 il presidente del Senato perda di autorevolezza. Se continueremo a votare Casellati anche alla sesta votazione? Questa è la mia idea”. Così diceva Matteo Salvini durante una conferenza stampa poco prima del quinto voto che ha visto l’affossamento del nome di Maria Elisabetta Alberti Casellati, “tradita” dai suoi stessi compagni del centrodestra. Ora, dopo il terremoto nella coalizione, il leader della Lega ha cambiato idea: il partito si asterrà per la sesta votazione.
“Blitz con Maria Elisabetta Casellati per tornare alle urne nel caso di elezione? Governo non c’entra, mi viene il dubbio che siano Letta e Conte a dire dei no per far saltare il governo”, aveva detto Salvini poco prima della quinta votazione, allontanando quindi l’idea che il nome di Casellati celasse in realtà l’obiettivo di tornare rapidamente al voto. Obiettivo che invece il leader del Carroccio, in conferenza stampa, ha imputato allo schieramento avversario: “Forse sono loro che vogliono far saltare il tavolo, altrimenti non si capiscono tutti questi no. Forse Pd e M5s continuano con la politica della fuga perché vogliono far saltare i nervi a Draghi e il governo, ma andare nel caos in questo momento non mi sembra la scelta più intelligente”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quirinale 2022, un vecchio titolo di Cuore diceva: “Quando avete finito, fateci un fischio”

next
Articolo Successivo

Quirinale 2022, Bonino: “Politicamente discutibile che la seconda carica dello Stato si esponga a un flop così, messa a repentaglio”

next