“Siamo molto convinti come Governo che il vaccino sia l’arma fondamentale” per questo “lavoriamo perché a fine settembre si possa raggiungere l’80%” e “faremo tutto ciò che è necessario e continueremo in questa direzione”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo alla cerimonia di presentazione della 20° edizione del Libro blu, l’annuale rapporto dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. “Valuteremo anche l’ipotesi dell’estensione dell’obbligo vaccinale, se sarà necessario il governo non ha paura”, ha continuato Speranza, ricordando le ultime estensioni all’uso del green pass già fatte nel mondo delle Rsa e della scuola.

In merito alla terza dose, il ministro ha specificato: “Si partirà dalle persone che hanno avuto una risposta immunitaria deficitaria dopo le prime due dosi”. Quindi “chiusa questa fase” che viene considerata come un “completamento del ciclo”, si ripartirà dalle “categorie con cui si è cominciato a gennaio”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green Pass, Brunetta: “Una misura geniale. In futuro dovrà valere per tutti i lavoratori”

next
Articolo Successivo

“Basta con sto orrendo pataccone sempre in primo piano, vai a prendere voti”: Calenda scarica il “candidato col Rolex”

next