In edicola e in libreria Illegal la prima agenda scolastica, tascabile e interattiva dedicata al tema della legalità e della lotta contro la mafia. Da settembre 2021 a giugno 2022, con un focus particolare sulla lotta alla mafia (che proprio nel 2022 celebra la ricorrenza trentennale delle stragi in cui sono stati uccisi Falcone e Borsellino), questa agenda speciale intende parlare ai ragazzi raccontando loro la storia dei grandi uomini che hanno combattuto contro la mafia sacrificando la propria vita per un’idea di giustizia. Illegal non è un semplice diario, ma è un’agenda tascabile ricca di contenuti extra attraverso i quali propone riflessioni, quiz e azioni concrete per diffondere la legalità. Un prodotto a metà tra l’agenda scolastica e l’interactive book che apre a nuovi mondi e contenuti web attraverso le storie raccontate dall’App NOma, l’applicazione che guida attraverso “Luoghi e storie NOmafia” che nasce da un’idea di Tiziano Di Cara con coautore Piergiorgio Di Cara. Parte dei proventi di Illegal saranno destinati a Sulle nostre gambe, l’associazione culturale composta da Pif, Emanuela Giuliano, Roberta Ianni e Tiziano Di Cara che ha ideato e realizzato la app. “Questa agenda – sono le parole di Pif – ci aiuta a capire perché non sei un cretino se rispetti le regole. E quanto dobbiamo essere grati a chi ha sacrificato la vita per farle rispettare”

Dal 2 settembre in libreria nelle versioni nera e magenta e in edicola nella speciale edizione rossa in abbinata a Il Fatto Quotidiano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Libero Grassi, perché a trent’anni dall’omicidio dobbiamo ancora riflettere sulla sua vita

next
Articolo Successivo

Caserta, colpi di pistola contro la sede del comitato Don Diana: è un bene confiscato ai Casalesi. Indagano i carabinieri

next