Lungo l’Isarco a Chiusa, in provincia di Bolzano, sono state posizionate delle barriere per trattenere il corso d’acqua del fiume che si è gonfiato fino a fuoriuscire dagli argini. Nel comune dell’Alto-Adige è scattato anche l’allarme della protezione civile con l’invito agli abitanti di rimuovere le loro macchine dai garage sotterranei. Tutta la provincia è in stato di allerta per via dei violenti nubifragi che si sono abbattuti in queste ore, causando frane e allagamenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green pass in bar e ristoranti, il Piemonte scrive al Garante della privacy: “Gli esercenti privati non possono avere obbligo di controllo”

next
Articolo Successivo

Torino, sgomberata l’ex dogana di Claviere: identificati 37 anarchici. Era il punto d’appoggio per i migranti diretti in Francia

next