Da Torino a Napoli. Oggi milioni di studenti italiani sono tornati in classe dopo alcune settimane di chiusura a causa delle restrizioni per il coronavirus. La campanella ha suonato a Torino, ancora zona rossa, per le scuole elementari e per gli alunni della prima media. I bambini sono stati accolti con diversi cartelli di “benvenuto” o di “bentornati” dai docenti.

Anche a Milano e a Napoli le lezioni sono ricominciate solo per determinate classi. “I nostri figli non vedevano l’ora di tornare – raccontano i genitori milanesi – speriamo non ci siano più chiusure”. Stessa speranza anche tra i genitori partenopei e tra i lavoratori degli istituti. “Speriamo di poter arrivare alla fine dell’anno tra i banchi di scuola” ha commentato Maria Elena De Stefano, direttrice dei servizi generali amministrativi della scuola Vanvitelli di Napoli.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista