Dopo l’annuncio, ieri, della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sul trattato di Dublino, Giuseppe Conte conferma che “stiamo lavorando con loro per il suo superamento. L’Italia ha spinto in questa direzione perché la disciplina attuali svantaggia i Paesi di primo approdo nella gestione degli sbarchi e dei flussi migratori”. Interrogato, fuori da una scuola romana, sui decreti Sicurezza voluti da Matteo Salvini, il presidente del Consiglio ha ribadito che “siamo pronti a modificarli“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Per il ministro Speranza il suo partito è l’unico davvero di sinistra: un discorso da paradosso

next
Articolo Successivo

Referendum, Conte: “Voterò sì, il taglio non compromette la funzionalità delle Camere”

next