“Quello è un uomo tuo, te ne devi occupare tu. Ma se ci denuncia, gli spacco le gambe“. È uno dei passaggi delle intercettazioni tra le persone coinvolte nel business sulle scommesse legali che a Palermo ha portato a otto arresti da parte della Guardia di finanza (a cui si aggiungono due divieti di dimora) e al sequestro di 40 milioni di euro. I dieci sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori aggravato dal favoreggiamento mafioso.

Video Guardia di finanza

Giustizia di Fatto - Ottieni i i dossier e le informazioni più importanti per essere sempre informato su tutto ciò che avviene nell'ambito della Giustizia

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Palermo, le mani dei clan sulle scommesse legali. Blitz della Guardia di Finanza: 8 arresti. Tra accuse, associazione mafiosa e riciclaggio

next
Articolo Successivo

Napoli, operazione anticamorra: 59 misure cautelari. Arrestati anche i tre fratelli del senatore di FI Luigi Cesaro. Per cui c’è richiesta di arresto

next