“Quello è un uomo tuo, te ne devi occupare tu. Ma se ci denuncia, gli spacco le gambe“. È uno dei passaggi delle intercettazioni tra le persone coinvolte nel business sulle scommesse legali che a Palermo ha portato a otto arresti da parte della Guardia di finanza (a cui si aggiungono due divieti di dimora) e al sequestro di 40 milioni di euro. I dieci sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori aggravato dal favoreggiamento mafioso.

Video Guardia di finanza

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Palermo, le mani dei clan sulle scommesse legali. Blitz della Guardia di Finanza: 8 arresti. Tra accuse, associazione mafiosa e riciclaggio

next
Articolo Successivo

Napoli, operazione anticamorra: 59 misure cautelari. Arrestati anche i tre fratelli del senatore di FI Luigi Cesaro. Per cui c’è richiesta di arresto

next