“Negli ultimi anni, a livello di comunicazione, si è sempre detto che il “privato è meglio”. Siamo stati distrutti da una narrazione spropositata sulla malasanità e ci siamo dimenticati di quanto funzioni bene la macchina del nostro sistema sanitario nazionale“. Lo ha raccontato in collegamento con Sono le Venti sul Nove, Massimo Cirri, voce radiofonica di Caterpillar ma anche autore di un documentario sulla sanità pubblica che prende spunto dalla sua esperienza personale di malato oncologico e arriva fino alla gestione dell’emergenza Covid

SONO LE VENTI, il nuovo programma di Peter Gomez, è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) e su sito www.iloft.it e app di Loft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

3 giugno, riaperti i confini regionali: traffico sulle tangenziali, code agli imbarchi per la Sicilia, termoscanner in aeroporti e stazioni

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Mattarella premia i sacrifici dell’Italia in prima linea. I medici, l’addetta delle pulizie, la cassiera, il rider, l’autista del 118 e i volontari: la lista dei 57 nominati cavalieri al merito

next