Sequestrate 13 tonnellate di legumi, prodotti ittici e cereali custoditi in celle frigo per un valore di circa 28mila euro e sanzionato il proprietario per diverse migliaia di euro. Questo il risultato di un’operazione dei Carabinieri della Tutela Agroalimentare di Salerno nei confronti di un’azienda operante nel commercio agroalimentare all’ingrosso, in provincia di Caserta.

Gli alimenti sequestrati mancavano della documentazione di provenienza ed erano conservati in uno stabilimento privo della notifica all’autorità competente, la cosiddetta “Scia Sanitaria”. Il titolare dell’azienda è stato inoltre obbligato, mediante diffida, a produrre la documentazione necessaria e qualsiasi altra prova utile a dimostrare la provenienza degli alimenti. Nei suoi confronti è scattata una sanzione per diverse migliaia di euro.
Questo intervento si aggiunge alle attività dei militari del reparto Tutela Agroalimentare che stanno svolgendo controlli nelle settimane che precedono le festività pasquali.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Napoli, crolla parete in una scuola di Sant’Anastasia: “Contusi una maestra incinta e un alunno”

prev
Articolo Successivo

Papa Francesco incontra Greta Thunberg: “Grazie per aver difeso il clima”. “Vai avanti così”

next