“iIeri è stato approvato un emendamento alla legge di bilancio molto importante e che dice che d’ora in poi in tutte le scuole italiane ci sarà il tempo pieno alle elementari“. Lo ha annunciato in una diretta Facebook il vice premier Luigi Di Maio, spiegando che si tratta di “una misura che arricchisce i programmi di formazione e istruzione, di welfare sociale, e una misura importante per gli insegnanti perché si sbloccano 2mila posti, di cui il 30% in mobilità. Questo 30% sarà composta da quella parte di insegnanti deportati al nord per colpa della buona scuola”. Insomma, rivendica il ministro “un pezzo alla volta stiamo smantellando la buona scuola

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Abolizione del valore legale della laurea, tre motivi per cui non conviene. Soprattutto al sud

prev
Articolo Successivo

Governo, studenti manifestano: “100mila in 70 piazze”. A Milano è “No Salvini day” e si bruciano bandiere M5s e Lega

next