Un lungo applauso, con una standing ovation del pubblico, ha accolto Salvatore Borsellino alla festa del Fatto Quotidiano alla Versiliana di Marina di Pietrasanta, ospite all’incontro intitolato dedicato alle stragi italiane e alla ricerca dei mandanti. Appena salito sul palco, il pubblico ha chiesto un minuto di silenzio per la sorella Rita, morta poche settimane fa. Ma il fratello del magistrato ucciso da Cosa nostra ha frenato la platea, facendo un appello diverso. “Non mi piacciono tanto i minuti di silenzio – ha detto rivolgendosi al pubblico – L’anno scorso in via d’Amelio ho chiesto che si urlassero i nomi di quelli che non ci sono più. Quindi se volete gridare Rita vi ringrazio”.

Giustizia di Fatto - Ottieni i i dossier e le informazioni più importanti per essere sempre informato su tutto ciò che avviene nell'ambito della Giustizia

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mafia Foggia, fermati capi della faida di Vieste: “Traffico di droga ed estorsioni. Operazione per evitare altri omicidi”

next
Articolo Successivo

Salvatore Borsellino alla Festa del Fatto: “Non ci sono più magistrati che intendono sacrificarsi per la verità sulle stragi come Nino Di Matteo”

next