Un lungo applauso, con una standing ovation del pubblico, ha accolto Salvatore Borsellino alla festa del Fatto Quotidiano alla Versiliana di Marina di Pietrasanta, ospite all’incontro intitolato dedicato alle stragi italiane e alla ricerca dei mandanti. Appena salito sul palco, il pubblico ha chiesto un minuto di silenzio per la sorella Rita, morta poche settimane fa. Ma il fratello del magistrato ucciso da Cosa nostra ha frenato la platea, facendo un appello diverso. “Non mi piacciono tanto i minuti di silenzio – ha detto rivolgendosi al pubblico – L’anno scorso in via d’Amelio ho chiesto che si urlassero i nomi di quelli che non ci sono più. Quindi se volete gridare Rita vi ringrazio”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mafia Foggia, fermati capi della faida di Vieste: “Traffico di droga ed estorsioni. Operazione per evitare altri omicidi”

next
Articolo Successivo

Salvatore Borsellino alla Festa del Fatto: “Non ci sono più magistrati che intendono sacrificarsi per la verità sulle stragi come Nino Di Matteo”

next