“C’è bisogno di una legge per le fondazioni e i partiti oltre che una legge molto forte per la corruzione“. Così il presidente della Camera, Roberto Fico, è intervenuto sul tema dei finanziamenti pubblici a margine del convengo “Possibili vie d’uscita dal fenomeno delle baby gang a Napoli“. Il discorso del presidente della Camera si inserisce in una più ampia “operazione di trasparenza” che il M5s ha avviato come reazione al caso dello stadio di Roma. Secondo il Corriere della sera infatti il leader del Movimento Luigi Di Maio sta pensando a una riforma sul finanziamento ai partiti, anche retroattiva, che prevede un tetto di 10mila euro alle donazione l’obbligo dio rendere pubblici i bilanci di chi foraggia le formazioni politiche

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Le guerre codarde di Salvini & C. ci coprono di vergogna di fronte al mondo

prev
Articolo Successivo

Finanziamenti politica, Di Maio: “Bilanci e registri pubblici per partiti e fondazioni”. Stadio, Fico: “Serve la durezza massima”

next