Dopo l’eleganza di Armani Privé la prima serata e i colori accesi di Alberta Ferretti nella seconda, per Michelle Hunziker è arrivata la volta di indossare gli abiti creati appositamente per l’occasione dalla griffe di famiglia, Trussardi. Ed è stata una disfatta totale. Va sottolineato, come prima cosa, che in questa terza serata ci sono stati solo tre cambi d’abito, molti in meno rispetto ai giorni scorsi. Meglio così, visto come è andata.

La showgirl ha fatto il suo ingresso sul palcoscenico dell’Ariston con una pettinatura vintage, molto anni ’30, che accompagna un abito blu dal lungo in mikado con lucente strascico (tanto lungo che Pierfrancesco Favino ci inciampa). Le linee ricordano un po’ quelle degli abiti delle dive del passato ma il risultato è terribile: Michelle è completamente fasciata da questo abito che, anziché valorizzarle le forme le mortifica. Le trasparenze poi danno il colpo di grazia: “Il décolleté del tuo abito Trussardi è ad Arma di Taggia mentre tu sei a Sanremo…. e in mezzo tutta la pista ciclabile” ha commentato Enzo Miccio su Twitter. Neanche il prezioso pendente blu con diamanti di Tiffany riesce a rimediare.

 

Ma è stato il secondo abito a scatenare l’ironia dei fan, a cui proprio non è piaciuto. Passi la gonna bianca a sirena con strascico, ma la giacca bianca e nera con spalle strutturate no. Nel complesso Michelle sembra un’anziana signora in crociera o la “madre della sposa” o addirittura “un’abat-jour” come ha scritto qualcuno su Twitter. Bocciatissimo. Niente a che vedere con l’eleganza dei giorni scorsi.

Non solo l’abito, bocciata anche l’acconciatura.

 

Finalmente arriva il momento del cambio abito, con il terzo e ultimo look della serata. Qui Michelle si trasforma in Barbie: vestito rosa confetto con Swarovski, lungo e attillato con schiena nuda. Capelli raccolti a chignon. La stoffa non le fascia più i fianchi e le linee sono più morbide. Troppo morbide però! Tanto da farle difetto (ancora una volta) sul décolleté, come nota prontamente Enzo Miccio:

Insomma, un disastro totale. Ma Michelle ha ancora due serate per riscattarsi: stasera sarà la volta di Moschino, con abiti che dovrebbero rispecchiare il lato più spiritoso della showgirl. Per la finale invece, torneranno (per fortuna!) gli eleganti modelli della collezione Privé di Giorgio Armani.