L’esterno del carcere di Ancona dove è detenuto Luca Traini, il giovane che ha sparato per strada a Macerata colpendo alcuni stranieri; dichiarazioni dell’avvocato che difende Traini, Giancarlo Giulianelli. L’avvocato vuole “ripartire dal passato” del 28enne, “dai suoi traumi”, compreso il fatto che “da ragazzo è stato emarginato perché era obeso”. Da questo fatto, secondo il legale, deriva l’ossessione di Traini per la palestra e la volontà di avere un fisico atletico, scolpito.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Treno deragliato, cominciata la rimozione della prima carrozza

next
Articolo Successivo

Luca Traini, non chiamatelo pazzo. Sette domande ai media e ai politici sulla sparatoria di Macerata

next