Un dipendente Atm fuori servizio di 57 anni ha accoltellato un 17enne dopo una disputa a bordo dell’autobus della linea 80, a Milano. L’episodio è avvenuto poco dopo le 22 del 19 gennaio in piazza De Angelis. Dai filmati delle telecamere installate a bordo dell’autobus è emerso come sia stato proprio l’uomo a dare inizio al litigio con un gruppo di cinque ragazzi, tutti di età compresa tra i 17 e i 18 anni. Il 57enne aveva rimproverato i ragazzi perché, nel tentativo di fermare il mezzo per permettere a un amico di salire a bordo, avevano bloccato la porta. Un altro passeggero era intervenuto per calmare il dipendente Atm e i ragazzi erano andati a sedersi in fondo al bus. In piazza De Angelis il gruppetto di adolescenti è sceso, seguito dal 57enne.

Prima di raggiungerli, però, l’uomo ha estratto dal proprio zainetto un coltellino multiuso con una lama di circa 7 centimetri. Le telecamere del mezzo pubblico hanno registrato anche questa scena. Subito dopo, a quanto hanno raccontato alcuni testimoni ai carabinieri, la lite è degenerata in una rissa e il 56enne ha ferito in modo lieve uno del 17enni all’addome. Il ragazzo accoltellato è stato trasportato all’ospedale Fatebenefratelli dove si trova in condizioni non gravi, ma in prognosi riservata. Non è in pericolo di vita. L’uomo che lo ha colpito è stato accompagnato in ospedale per alcune contusioni al volto, ed è stato denunciato dai carabinieri per lesioni.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gesualdi, il saluto freddo di Avvenire all’ex allievo di don Milani: ancora aperta la ferita tra Barbiana e la Chiesa

prev
Articolo Successivo

Siracusa, fermata banda di spacciatori: usavano 15enne incinta come corriere

next