“Intuition” a Palazzo Fortuny
La casa museo di Mariano Fortuny, donata nel 1945 come “centro di cultura in rapporto con l’arte”, è uno dei luoghi più affascinanti della Laguna; ricca di opere d’arte antica e strani cimeli che l’artista, insieme alla compagna Henriette Nigrin, raccolse nel tempo trasformandola in un’imponente Wunderkammer. In occasione della Biennale la mostra “Intuition”, omaggio ad una forma di conoscenza non spiegabile a parole, schiera artisti che del presagio ne hanno fatto un vero e proprio linguaggio. Da Kandinsky a Tancredi, fino ai contemporanei Marina Abramovic e Alberto Garutti, quest’ultimo impegnato in un’opera site specific.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Emmanuel Macron, così trionfa la cultura liquida post-ideologica

next
Articolo Successivo

Barbara D’Urso compie 60 anni: “In amore non concepisco il “trombamico”. Ho sempre pensato che le mie relazioni fossero per la vita”

next