Beverly Barkat a Palazzo Grimani
La Biennale di Venezia è anche perdersi tra le splendide architetture veneziane, una di queste è  Palazzo Grimani raro esempio rinascimentale che tra i suoi progettisti annovera Palladio, Serlio e Sansovino. Per l’occasione diventa teatro di “Evocative Surfaces”, installazione pittorica dell’artista sudafricana Beverly Barkat, che rilegge lo spazio del museo sospendendo 12 pitture monumentali su pvc. Un lavoro che tramite le proprie trasparenze amplifica i dettagli interni e da vita a un luogo contemplativo.

Nella foto: Padiglione Francese
Xavier Veilhan
“Studio Venezia”
modellino installazione, 2017
© Veilhan, ADAGP, Paris, 2017

INDIETRO

Biennale di Venezia 2017, i dieci appuntamenti irrinunciabili di questa edizione

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Emmanuel Macron, così trionfa la cultura liquida post-ideologica

next
Articolo Successivo

Barbara D’Urso compie 60 anni: “In amore non concepisco il “trombamico”. Ho sempre pensato che le mie relazioni fossero per la vita”

next