Padiglione Italia, Arsenale
Sotto la direzione di Cecilia Alemani, cervello in fuga che a New York ha trovato la sua America, il padiglione Italia mostra il lavoro inedito di tre artisti Giorgio Andreotta Calò, Roberto Cuoghi e Adelita Husni–Bey. Dopo anni di padiglioni densi di proposte Alemani allinea la sua scelta agli eventi internazionali dando ampio spazio al lavoro di soli tre artisti, tutti italiani e tutti nati tra gli anni 70 e 80. Intitolandolo “Il Mondo Magico” come il testo dell’antropologo napoletano Ernesto De Martino, che spiegava come la magia potesse esser d’aiuto per affrontare crisi e disgrazie, presenta un lavoro inedito unito “dalla fascinazione per il potere trasformativo all’immaginazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Emmanuel Macron, così trionfa la cultura liquida post-ideologica

next
Articolo Successivo

Barbara D’Urso compie 60 anni: “In amore non concepisco il “trombamico”. Ho sempre pensato che le mie relazioni fossero per la vita”

next