Delle nove ore di sostegno richieste all’Istituto Elio Vittorini di Siracusa non ne è stata assegnata neanche una. Nessuna assistenza per Melissa Pisano, 11 anni, affetta da deficit psicomotorio e iscritta alla prima media. La madre racconta di “una situazione diventata non più sostenibile, difficilissima”. Carmela Conigliaro vede che sua figlia “continua a perdere fiducia in sé stessa, la sua stima in quinta elementare era salita ma ora che è abbandonata, senza il sostegno, è in caduta libera. Sono preoccupata per il suo stato psicologico e il suo futuro”. Insieme ad altri genitori, la donna ha deciso di affidarsi ad un avvocato per cercare di risolvere il problema. “L’ho fatto per farci sentire, ma è giusto spendere dei soldi per vedere garantito un diritto, sancito per legge, come quello allo studio? Come genitore – dice Carmela – posso solo dire che la lotta che sto portando avanti mi logora ma vedere la propria figlia che piange per colpa di un sistema evidentemente sbagliato, mi rende ancora più forte e battagliera”.