Autoriciclaggio, falso in bilancio, prescrizione
schermata-2016-11-18-alle-14-19-22Mantenuto per due, non per il terzo – I primi due sono diventati legge tra la fine del 2014 e la prima metà del 2015, la seconda è compresa nel ddl penale ancora da approvare. La legge è infatti ferma al Senato, nonostante l’ok in commissione sia arrivato già in estate. Più volte il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha garantito un’imminente approvazione, ma il governo ha dovuto fare i conti con le tensioni e la reciproca diffidenza tra i partiti della maggioranza. L’esito è che la riforma penale è ferma al Senato e non arriva in Aula. Il ministro aveva auspicato una volta di più che il provvedimento fosse calendarizzato entro il 4 dicembre, giorno del voto sul referendum, ma la conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama ha rinviato – su richiesta del Pd – a subito dopo la consultazione.