Alta Velocità/Altà capacità Napoli-Bari
schermata-2016-11-18-alle-14-24-32Mantenuto – Il costo dell’opera è di circa 6,2 milioni di euro e la conclusione dei lavori era prevista entro il 2022. I cantieri delle opere civili necessarie per il potenziamento infrastrutturale e tecnologico dell’itinerario sono stati avviati il 31 ottobre 2015. Contestualmente sul sito di Ferrovie dello Stato si leggeva che i principali cantieri ferroviari sarebbero partiti a ottobre 2016 e il ministro dei Trasporti Graziano Delrio dichiarava: “Il termine del 2022 per l’opera che presentiamo oggi può essere rispettato”. A luglio scorso è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale europea il bando di gara per i lavori tra Napoli e Cancello per un importo di 400 milioni di euro. Un paio di settimane dopo è stato pubblicato quello relativo alla linea Cancello-Frasso Telesino-Dugenta, con importo a base d’asta di 356 milioni. Queste le ultime notizie disponibili sul sito www.napolibari.it. Nei giorni scorsi, Renato Mazzoncini, ad di Ferrovie dello Stato, ha dichiarato invece che il completamento della Napoli-Bari è previsto entro il 2023. E, sempre nei giorni scorsi, l’ad di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Gentile ha dichiarato: “L’opera sarà completata in 10 anni, mentre a febbraio 2017 dovranno essere assegnati gli appalti”, specificando che “i lotti man mano realizzati saranno tutti fruibili immediatamente, senza attendere la fine dell’opera prevista per il 2026”.

Renzi, passo dopo passo su giustizia e infrastrutture promesse mantenute (con molti ma). Lo scoglio? La prescrizione

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Centrodestra, Parisi lancia il suo soggetto politico: “Berlusconi? Forza Italia così non può andare avanti”

prev
Articolo Successivo

De Luca: “Bindi? Anche Sordi disse: ‘Va a morì ammazzato’. Butti sangue e ti devi guardare da farabutti”

next