“I suoi avversari dicono che lei si muove solo su ordine dei vertici del Movimento 5 Stelle. E’ vero?”. “No, non è vero. Io questa mattina di mia iniziativa mi sono lavata i denti, pettinata e ho deciso di respirare“. Ecco Virginia Raggi nella nuova esilarante parodia di Gabriella Germani che fa il suo ingresso da protagonista all’Edicola Fiore, la rassegna stampa-varietà di Fiorello in onda su SkyUno e TV8. Introdotta dallo showman e dal giornalista Stefano Meloccaro, la Germani-Raggi debutta in un finto collegamento telefonico: “Il movimento 5 stelle cambierà Roma. Destra e Sinistra – scandisce la comica con una lieve cantilena – sono uguali. I vecchi partiti hanno ucciso la madre di Bambi e fatto affondare il Titanic. Dico gli affluenti del Po?”, aggiunge, come se fosse a scuola alle prese con i prof. “Ma non esageri, noi le abbiamo chiesto se è contenta di questo risultato…”, incalzano Fiorello e Meloccaro. Imperturbabile, lei risponde: “Potenzieremo la raccolta differenziata: da una parte i rifiuti riciclabili, dall’altra gli esponenti del Pd. Dico una poesia?”. E ancora, ripetendo a pappardella: “Po, Ticino, Adda, Oglio, Mincio. Ce n’erano altri, ma se li sono rubati i vecchi partiti. Dico le tabelline?”. A Edicola Fiore tutti ridono a crepapelle

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Taylor Swift, che sorpresa al matrimonio! Canta per i suoi fan

prev
Articolo Successivo

Festival naturista 2016: a Orbetello cinque giorni di sport, arte e dibattiti in nudità

next