Goethe sosteneva che l’Italia senza Sicilia non avrebbe avuto ragione d’essere, “non lascia immagine nello spirito, la Sicilia è la chiave di tutto”. Di meraviglie nell’isola ce ne sono parecchie: il paesaggio, la gente, il clima, il mare e anche il cibo. Se vi concedete una vacanza nella bella Trinacria potrete acquistare direttamente in loco le sue prelibatezze, al contrario vi indichiamo noi dove trovarle o come ordinarle on-line.

POMODORI DI PACHINO

pachinoSpesso, erroneamente, andiamo al mercato e chiediamo “pomodori Pachino”, pensando che siano una specifica varietà. Non sappiamo invece che con questo termine si indica solamente la provenienza e non la tipologia di ortaggio. Esistono infatti diverse specie di pomodori coltivati in questa località in provincia di Siracusa: il ciliegino, il costoluto, il tondo liscio e quello a grappolo.

DOVE TROVARLI: Spesso si trovano anche al supermercato. Per non farvi ingannare, controllate sempre che ci sia il bollino con il simbolo del Consorzio di Tutela. Se volete contattare direttamente i produttori per ordinare i pomodori, andate sul sito.

CONSIGLI A TAVOLA: Sono talmente buoni che sono ottimi mangiati anche da soli. Se volete destreggiarvi ai fornelli, fate un sugo con olio e basilico, o utilizzateli per condire delle bruschette.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vino vegano, Luca Martini sommelier: “E’ un passo importante, come quando si fa il vino kosher, che viene controllato da un rabbino”

next
Articolo Successivo

Massimo Bottura, la sua Osteria Francescana è il primo ristorante al mondo: “Mi esplode il cuore, è una cosa meravigliosa”

next