Il caso Spotlight miglior film, Leonardo DiCaprio miglior attore, e sei statuette per Mad Max: Fury Road. Ma ci sono anche gli Oscar per Ennio Morricone, Alejandro Iñarritu, per Il figlio di Saul, e la sconfitta di Sylvester Stallone. La notte degli Oscar 2016 al Dolby Theatre di Los Angeles ha riservato una lunga e ricca serie di sorprese dal primo all’ultimo premio assegnato.

Non del tutto insperato, ma difficilmente prevedibile vista la concorrenza più spettacolare e cinetica di The Revenant e Mad Max: Fury Road, è l’Oscar ad un film fortemente e cocciutamente “politico” come Spotlight. Diretto da Tom McCarthy, e interpretato da un cast all star (Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams) Spotlight è il serissimo, documentato e potente j’accuse della copertura delle alte sfere della chiesa cattolica americana, e non solo, all’infetto bubbone della pedofilia proliferata e coperta nei decenni al suo interno, seguendo le tracce dell’inchiesta giornalistica del Boston Globe che mostrò al mondo il caso.

Questo film ha dato voce ai sopravvissuti e l’Oscar la amplificherà ancor di più. Questo Oscar arriverà fino al Vaticano. Papa Francesco è giunta l’ora di proteggere i bambini”, hanno dichiarato a caldo i produttori del film saliti sul palco, dopo che ad inizio serata era stato il turno del regista Mccarthy nel ritirare il premio come miglior sceneggiatura originale del film assieme a Josh Singer (“Lo dedico ai giornalisti, alle vittime e ai sopravvissuti nostra fonte d’ispirazione per il film, e perché tutto ciò non si ripeta in futuro”).

Premi Oscar 2016, i vincitori: Leonardo DiCaprio miglior attore, Ennio Morricone trionfa con la colonna di The Hateful Eight (FOTO e VIDEO)

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Leonardo DiCaprio & Kate Winslet Story. Dal successo di Titanic all’emozionante e lunghissimo abbraccio per l’Oscar

next
Articolo Successivo

Oscar 2016, l’Academy scrive la sua agenda politica: dalla lotta alla pedofilia allo stop alle discriminazione LGTB

next