Dopo di lui è giunto anche l’anelito ambientalista di Leonardo DiCaprio che è andato a vincere il suo primo Oscar dopo sei nomination. Ha fatto un piccolo ghigno Leo dopo la presentazione delle nomination, come dire: “Più di così”. Poi l’annuncio e in un attimo, era a sedere in prima fila, DiCaprio è salito sul palco. Julianne Moore, che gli ha consegnato la statuetta, gli si è afflosciata sul fianco come una giunchiglia. Primi piani degli sconfitti con un Michael Fassbender a cui sembrato rodere più degli altri.

“Revenant è stato uno sforzo incredibile per tutta la troupe”, ha spiegato Leo. “Tom, fratello, questo premio è anche per te. Iñarritu hai segnato la storia del cinema”. Poi un breve riepilogo di tutta una carriera e l’affondo ecologista: “Fare The Revenant è significato entrare in una relazione uomo e ambiente. Pensate che siamo andati al Polo Sud per avere la neve vera sul set. Il cambiamento climatico è una grande minaccia per la specie umana. Dobbiamo smetterla di posticipare i cambiamenti, il cambiamento deve avvenire adesso. Dobbiamo dare voci gli autoctoni, gli indigeni, come ai figli dei nostri figli, voci sotterrate dalla volontà di potere delle multinazionale”.

INDIETRO

Premi Oscar 2016, i vincitori: Leonardo DiCaprio miglior attore, Ennio Morricone trionfa con la colonna di The Hateful Eight (FOTO e VIDEO)

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Leonardo DiCaprio & Kate Winslet Story. Dal successo di Titanic all’emozionante e lunghissimo abbraccio per l’Oscar

next
Articolo Successivo

Oscar 2016, l’Academy scrive la sua agenda politica: dalla lotta alla pedofilia allo stop alle discriminazione LGTB

next