È stata appoggiata sui fondali delle Canarie, vicino a Lanzarote, assieme ad altre splendide sculture. Ma di tutti i capolavori dell’artista Jason deCaires Taylor è la più potente ed evocativa. L’opera si chiama la “Zattera di Lampedusa” e raffigura un gommone con a bordo alcuni migranti, un modo per ricordare le migliaia di siriani e africani morti al largo delle coste libiche e dell’isola siciliana mentre cercavano di raggiungere l’Europa. Negli scorsi giorni è stato proprio Taylor a immergerla a quindici metri di profondità, nel silenzio delle acque delle Canarie, assieme alle altre sculture, tutte con un significato ben preciso, che d’ora in poi formeranno l’“Underwater Musesum”, un museo sottomarino appunto
video di Jason deCaires Taylor/ Centros de Arte, Cultura y Turismo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pussy Riot, in un nuovo video rap in uniforme e tacchia spillo denunciano la repressione in Russia

next
Articolo Successivo

Sanremo 2016, Omar Pedrini: “Volevo partecipare con il brano ‘Freak Antoni’, ma non mi hanno preso”

next