“Matteo Salvini vuole fare un blocco navale davanti alla Libia. E il governo non lo esclude, anzi”. Così Gianni Dragoni esordisce nel suo editoriale, con cui spiega quanto ci costerebbe il tanto paventato blocco navale: “Abbiamo fatto delle stime partendo da Mare Nostrum, che copriva solo un piccolo tratto di costa. Il blocco navale comprenderebbe tutta la costa libica, 1770 km. Un blocco navale serio richiederebbe almeno 30 navi e 20 velivoli. Costo totale? 5 volte Mare Nostrum. Per il blocco navale si spenderebbero 45 milioni di euro al mese. i 9,3 di Mare Nostrum per la Lega erano troppi… e il blocco navale va bene?”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Luttwak: “Distinguere tra migranti economici e rifugiati politici”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Lerner: “Africa? Dopo 20 anni di inerzia ora la situazione è scoppiata”

next