Il boss del Gargano, Angelo Notarangelo, 38 anni, ritenuto a capo di una nota organizzazione malavitosa è stato ucciso questa mattina in località Gattarella (Foggia), mentre percorreva la statale che porta a Vieste. L’uomo, pluripregiudicato e sorvegliato speciale, era a bordo di un fuoristrada grigio. Sull’agguato indagano i carabinieri del Reparto operativo del Comando provinciale di Foggia. Secondo i primi rilievi potrebbero essere stati quattro i sicari. Sul luogo del delitto infatti gli inquirenti hanno recuperato bossoli di una pistola calibro 9×21, di una calibro 3,80, di un fucile calibro 12 e uno di un AK47 Kalashnikov cal.7,62. Le indagini sono coordinate dai pm di Foggia Rossella Pesa e della Direzione distrettuale antimafia di Bari Giuseppe Gatti

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Anno giudiziario: mafia al Nord. Qualcuno ha chiesto scusa a Saviano?

next
Articolo Successivo

Caserta, via le mani dei clan dalla pelle ‘avvelenata’ dei cittadini della Terra dei fuochi

next