È attesa per lunedì la sentenza del ricorso d’urgenza presentato da Marika Cassimatis, ex-candidata sindaco del Movimento 5 Stelle a Genova, la cui lista è stata esclusa da Beppe Grillo dopo avere vinto le comunarie. L’udienza si è conclusa intorno alle 15 e, all’uscita dal palazzo di giustizia, Marika Cassimatis ha ribadito ai microfoni de ilfattoquotidiano.it di essere ancora iscritta al Movimento, nonostante la sospensione annunciata nella giornata di ieri sul blog di Beppe Grillo, che oggi ha preferito non presentarsi all’udienza.
La richiesta della Cassimatis, difesa in aula dall’avvocato Lorenzo Borré, è quella che venga riabilitata la sua candidatura e cancellata quella di Luca Pirondini, inizialmente secondo classificato, poi scelto dal leader e “approvato” da una consultazione web allargata a livello nazionale.  “Le nostre aspettative restano alte – commenta Andrea Cannavei, legale rappresentante di Beppe Grillo all’udienza odierna – restiamo fiduciosi in attesa del provvedimento del Tribunale”.