Feriti e danni a Sassari a causa dei soliti violenti. Oggi in programma era prevista una amichevole tra il Cagliari e il Sorso, ma un gruppo di circa 200 sostenitori rossoblu è entrato in contatto con alcuni ultras della Torres e, intorno alle 13, è esplosa la guerriglia urbana vicino alla stazione ferroviaria. Le forze dell’ordine hanno fermato una persona e obbligato i tifosi cagliaritani a rientrare all’interno della stazione ferroviaria dove sono rimasti per un’ora e mezzo mentre i supporter sassaresi erano all’esterno. La partita tra Cagliari e Sorso è comunque iniziata regolarmente. «Una vera e propria guerriglia, che stigmatizzo per le modalità e per gli effetti che ha provocato. Atti intollerabili che non hanno niente a che vedere con lo sport sano, posti in essere da soggetti che tutto sono ma non certo tifosi, venuti non con lo spirito di sostenere la loro squadra impegnata in una partita amichevole», ha dichiarato alla stampa il sindaco di Sassari Nicola Sanna, esprimendo solidarietà a cittadini e commercianti«che, nella giornata di oggi, hanno vissuto questa drammatica giornata»