Feriti e danni a Sassari a causa dei soliti violenti. Oggi in programma era prevista una amichevole tra il Cagliari e il Sorso, ma un gruppo di circa 200 sostenitori rossoblu è entrato in contatto con alcuni ultras della Torres e, intorno alle 13, è esplosa la guerriglia urbana vicino alla stazione ferroviaria. Le forze dell’ordine hanno fermato una persona e obbligato i tifosi cagliaritani a rientrare all’interno della stazione ferroviaria dove sono rimasti per un’ora e mezzo mentre i supporter sassaresi erano all’esterno. La partita tra Cagliari e Sorso è comunque iniziata regolarmente. «Una vera e propria guerriglia, che stigmatizzo per le modalità e per gli effetti che ha provocato. Atti intollerabili che non hanno niente a che vedere con lo sport sano, posti in essere da soggetti che tutto sono ma non certo tifosi, venuti non con lo spirito di sostenere la loro squadra impegnata in una partita amichevole», ha dichiarato alla stampa il sindaco di Sassari Nicola Sanna, esprimendo solidarietà a cittadini e commercianti«che, nella giornata di oggi, hanno vissuto questa drammatica giornata»

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Papa Francesco a Monza, un milione di persone al parco per la Messa. Bergoglio: “L’incontro con Dio avviene ai margini, in periferia”

prev
Articolo Successivo

Papa a Milano, alla messa di Monza anche chi non crede. L’agnostico in mezzo ai cattolici: “Culturalmente interessante”

next