Ennesima escalation di violenza da parte della polizia Usa contro un uomo disarmato. Samuel Dubose, 43 anni, padre di 12 figli è stato ucciso con un colpo di pistola alla testa. A quanto appreso dalle prime ricostruzioni, l’uomo sarebbe stato fermato dal poliziotto Ray Tensing mentre si trovava alla guida della sua macchina, sprovvista della targa anteriore. Alla richiesta da parte dell’agente di mostrare la patente di guida Dubose avrebbe risposto mostrando una bottiglia di liquore. Sembra poi che a seguito di una colluttazione la macchina si sia mossa in avanti facendo cadere a terra Tensing. Dopo poco l’afroamericano è stato freddato con un colpo alla testa.

Le autorità di Cincinnati stanno analizzando il filmato della telecamera posizionata sulla divisa del poliziotto al momento dell’accaduto. Ray Tensing che stava pattugliando l’università locale, è stato messo in aspettativa. Il procuratore della Contea di Hamilton, dove è avvenuto il decesso di Dubose ha reso noto che il suo ufficio sta indagando con urgenza sull’accaduto.

A pochi giorni dall’annuncio di un accordo per il risarcimento dei familiari di Eric Garner, l’afroamericano ucciso per strangolamento da una presa vietata eseguita da un poliziotto del New York Police Department, si teme un’altro periodo di proteste contro la polizia.