I misteri delle stragi del ’92, i depistaggi delle indagini su Capaci, via d’Amelio e le bombe del ’93, i fili neri che collegano la nascita della Seconda Repubblica alla strategia della tensione. Si parlerà di questo venerdì 16 settembre a Milano, alla sala Gaber del palazzo della Regione Lombardia in piazza duca d’Aosta 3. Il dibattito s’intitola “Trent’anni dalle stragi” ed è organizzato da Luigi Piccirillo, consigliere regionale e componente della commissione Antimafia. Tra i relatori due magistrati esperti di indagini antimafia: Nino Di Matteo, ex pm di Caltanissetta e Palermo, pubblica accusa al processo sulla Trattativa Stato-mafia e attuale consigliere del Csm, e Sebastiano Ardita, ex procuratore aggiunto di Messina e Catania e adesso anche lui componente togato di Palazzo dei Marescialli.

Ci sarà anche Salvatore Borsellino, fratello del giudice assassinato in via d’Amelio e fondatore del Movimento Agende Rosse. Presente pure Alessandro Di Battista, ex parlamentare del Movimento 5 stelle. A moderare l’incontro il giornalista Giuseppe Pipitone, caposervizio de ilfattoquotidiano.it e autore del podcast Mattanza, le stragi del ’92 come non ve le hanno mai raccontate. L’incontro sarà visibile in streaming sulla pagina facebook del consigliere Piccirillo e sul sito de ilfattoquotidiano.it. L’ingresso in presenza è libero, per partecipare scrivere a: luigi.piccirillo@consiglio.regione.lombardia.it.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trattativa Stato-mafia, Gomez: “Va ricostruita la verità storica, se ne occupi il Parlamento”

next
Articolo Successivo

Antimafia, Morra presenta la relazione: “Non mi sorprende il silenzio dei partiti sulla criminalità in campagna elettorale”

next