Quarta giornata del festival delle ecotecnologie a Roma dedicata alle comunità energetiche. Presente l’assessora alla transizione ecologica della Regione Lazio, Roberta Lombardi che porta avanti la diffusione delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) sul territorio regionale “Cinque comunità energetiche si sono già costituite – afferma, altre trenta sono sulla buona strada e altri sindaci stanno avviando interlocuzioni con la loro popolazione per andare verso questo progetto di transizione partecipata”.

Per spiegare e parlare delle comunità energetiche è intervenuto Gianni Pietro Girotto, presidente commissione industria e commercio senato che ha sottolineato l’importanza della norma per combattere l’aumento dei prezzi dell’energia

“La Commissione europea ha evidenziato la volontà di rendere obbligatoria l’installazione di fotovoltaico nei contesti residenziali, commenta Dario Tamburrano del Comitato Scientifico Ecofuturo – quindi si ipotizza anche l’obbligatorietà di costituzione delle comunità energetiche in alcuni ambiti.

Valeria Ciarambino, Vicepresidente Consiglio regionale Campania ha portato l’esempio delle comunità energetiche realizzate all’interno della propria Regione, una rivoluzione energetica dal basso.

L’impegno di Federcasalinghe riguardo alla diffusione delle comunità energetiche e all’uso di fonti rinnovabili è totale come spiega la presidente Federica Rossi Gasparrini – che si è impegnata a realizzare corsi di formazione sul tema dell’autoconsumo in collaborazione con Ecofuturo.

Sul tema “Libera le Rinnovabili”, altro panel della quarta giornata del festival, è intervenuto Averaldo Farri, direttore innovation Zucchetti Centro Sistemi

L’ultima giornata del festival dedicata alla geotermia con l’ intervento della geologa Nunzia Bernardo (Ricerca sul Sistema Energetico –RSE) che ha parlato delle opportunità offerte da questa risorsa che in Italia, rispetto ad altri paesi europei è molto promettente. Basti pensare alla presenza di temperature intorno ai 120 gradi nei suoli dei Campi Flegrei di Napoli a soli 80 metri di profondità.

Altro argomento centrale sono stati gli accumuli energetici, con la presentazione di nuove tecnologie di accumulo efficienti e l’utilizzo dell’idrogeno verde come vettore di energia, con la presentazione del Senatore Maurizio Buccarella.

Andrea Mariani, AE Consulting, ha messo in evidenzia come non sia un controsenso affermare che la rete del gas possa essere di aiuto per la transizione ecologica.

Nella mattina anche un raduno di macchine e moto elettriche gestito da Alessandro Giubilo di Flexienergy.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sardegna, l’invasione delle cavallette voraci sottovalutata sta mettendo in ginocchio l’agricoltura: “Ora si incentivi la coltivazione”

next
Articolo Successivo

Energia rinnovabile, Cingolani: “Nel 2022 già autorizzati impianti per 5,1 Gw: due volte e mezzo la potenza allacciata in 2020 e 2021”

next