“Chi consiglia all’Ucraina di dare qualcosa alla Russia, non sempre tiene conto della gente comune”. Lo ha dichiarato il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky in un messaggio video. “Qualunque cosa faccia lo stato russo, c’è qualcuno che dice: ‘teniamo conto dei suoi interessi’. Nonostante migliaia di missili russi abbiano colpito l’Ucraina. Nonostante decine di migliaia di ucraini uccisi. Nonostante Bucha e Mariupol, nonostante le città distrutte – ha detto – A Davos, per esempio, Kissinger emerge dal profondo passato e dice che un pezzo di Ucraina dovrebbe essere dato alla Russia. Sembra che il calendario del signor Kissinger non sia quello del 2022, ma del 1938″. “Coloro che consigliano all’Ucraina di dare qualcosa alla Russia – ha concluso – i ‘grandi geopolitici’ non sempre vogliono vedere la gente comune. Ucraini ordinari. Milioni che vivono nei territori che si propone di scambiare con l’illusione della pace. Bisogna sempre vedere le persone. E ricordare che i valori non sono solo una parola”. Zelensky ha quindi ribadito che non ci sarà nessun cambiamento sui confini in cambio di un cessate il fuoco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pakistan, l’ex premier Imran Khan minaccia di marciare su Islamabad se non si terranno nuove elezioni

next
Articolo Successivo

Lega e M5s calano nei sondaggi, perché? Il commento in diretta con Peter Gomez

next