“Dal 24 febbraio, l’esercito russo ha lanciato in totale 1.474 attacchi missilistici in Ucraina, utilizzando 2.275 diversi missili, la stragrande maggioranza – su obiettivi civili”. Così il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky in un video pubblicato su Instagram, specificando che ci sono stati “più di 3000 attacchi aerei in meno di tre mesi” da “aerei e elicotteri russi”.

Oggi, ha continuato, “la situazione più difficile è nel Donbass” dove “gli occupanti stanno concentrando la maggiore parte delle loro attività, massacrando e cercando di distruggere tutto ciò che c’è. Nessuno ha mai distrutto il Donbass nel modo in cui l’esercito russo sta facendo adesso”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alexei Navalny perde il ricorso in appello: confermata la condanna a nove anni di carcere

next