Protesta dei lavoratori ex Almaviva e Covisian. A Palermo il presidio organizzato di fronte al Teatro Politeama, a un certo punto, ha lasciato la piazza e si è trasferito sul tetto della struttura. “Si tratta di un gesto disperato che richiama l’attenzione del governo affinché si apra il tavolo al ministero del Lavoro – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – Non c’è più tempo da perdere”. A rischiare di perdere il posto di lavoro sono 543 operatori ex Almaviva e Covisian. “L’amministrazione comunale – ha continuato Orlando – si unisce a questo appello e sollecita nuovamente il ministro Andrea Orlando e l’intero governo per tutelare i livelli occupazionali”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, 25 medici del Pronto soccorso del Cardarelli: “Reparto congestionato, pronti a dimetterci”. E in 24 ore arrivano 200 pazienti

next
Articolo Successivo

Bergamo, lavoratori in presidio bloccano l’uscita dei furgoni dall’azienda: “Sfruttati e minacciati, turni da 50 ore su 7 giorni senza ferie e malattia”

next