Prima le tira un cazzotto in testa. Poi la scaraventa contro il televisore, facendoglielo cadere addosso. Quindi, ancora, la lancia contro un gioco per bambini. Poi se ne va, sbattendo la porta. Il tutto davanti al figlio, di appena cinque mesi, seduto sul divano. È la terrificante scena che riprende il giocatore di football, oggi free agent, Zac Stacy mentre picchia l’ex compagna Kristin Evans. L’uomo che ha giocato nel ruolo di running back per i New York Jets della National Football League americana è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza della casa e i video sono stati diffusi dalla stessa vittima via social. L’uomo, che dopo la violenza era in fuga e ricercato dalla polizia, è stato arrestato e si trova ora nel carcere di Orange County a Orlando, come riporta Fox35 News.

La violenza è avvenuta lo scorso weekend, quando il giocatore si è recato a casa dell’ex compagna per far visita al figlio. “L’ho pregato di fermarsi perché il bambino era sul divano a pochi metri da dove mi ha dato un pugno”, ha riferito Evans alla polizia chiedendo un ordine restrittivo, come riferisce TMZ Sports. Un ordine inizialmente respinto, come ha denunciato la stessa Evans, che mercoledì ha fatto sapere, sempre via social, che Stacy era ancora in fuga. Una fuga ora finita con l’arresto dell’uomo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giulia De Lellis su tutte le furie: “Cacciata dal bar perché ero con il mio cane”. Ma un testimone la sbugiarda così

next
Articolo Successivo

1727 Wrldstar, arrestato di nuovo il rapper “Fratellì”: “Sono ai domiciliari, ce l’hanno con me. Qualcuno sta cercando di mettere a repentaglio la mia sanità mentale”

next