Il Paese “non è pronto politicamente in termini maggioritari ad accettare l’esistenza di un reddito minimo. Non lo tolleriamo perché abbiamo preferenze sociali che non ci fanno propendere a dare 7-8 miliardi ai poveri. C’è oggi un atteggiamento molto violento, molto aggressivo e indifferente verso i poveri”. Lo denuncia Pasquale Tridico intervenendo su pro e contro del reddito di cittadinanza in un dibattito al Festival Bergamo Città Impresa. “Se la rendiamo condizionabile agli occupabili probabilmente (la misura, ndr) passa”, ha proseguito Tridico, ponendo l’accento sulla natura di ibrido data sin dall’inizio al reddito, inteso come strumento che integra politiche attive e passive. “Non trovi nessuno in Parlamento che dice ‘facciamo uno strumento di sostegno alla povertà con 7-8 miliardi”, per questo “si è scelto in modo consapevole e ragionato di approfondire la questione di ibrido collegato alle politiche attive, facendo i conti su ciò che il Paese probabilmente vuole

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marina Berlusconi: “Contro mio padre al Colle truppe giustizialiste spargono gas tossici”. E attacca pm e media “votati all’annientamento”

next
Articolo Successivo

Bob jr, il Kennedy no vax: “Con me fascisti e Qanon? Cose che dice Big Pharma. La famiglia mi ha allontanato perché non sa ciò che so io”

next