Il coinvolgimento accanto ai Centri per l’impiego delle agenzie per il lavoro private? Sono scettica che questa sia la soluzione, se va bene scremeranno chi è vicino al mercato del lavoro. Invece bisogna investire su chi è più lontano, su casi più difficili”. A rivendicarlo Chiara Saraceno, la presidente del Comitato per la valutazione del reddito di cittadinanza, istituito dal ministro del Lavoro, il dem Andrea Orlando, a margine della presentazione della relazione con le dieci proposte per migliorare il provvedimento, ora sul tavolo dell’esecutivo.
“Bisogna investire in formazione e orientamento sui casi più complessi e non credo che le agenzie private, che non lavorano gratis, siano disponibili a fare questo”, ha avvertito Saraceno. Nelle modifiche previste dall’esecutivo al reddito nella legge di stabilità, è previsto come nel caso le agenzie del lavoro private trovino occupazione a uno dei beneficiari, incasseranno il 20% dell’incentivo già previsto per le imprese che li assumono.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reddito, Saraceno: “Oggi c’è poco da star seduti sul divano. In Italia lunga tradizione di ostilità nei confronti di una garanzia di entrata per i poveri”

next