Circa 200 operai della Whirlpool di Napoli hanno sfilato in corteo dalla stazione Termini di Roma fino alla sede del Mise, dove intorno alle 19.30 è iniziato ufficialmente il tavolo sulla vertenza, con i sindacati, l’azienda, Invitalia, la viceministra Alessandra Todde e i rappresentanti del ministero del Lavoro. I manifestanti hanno portato una statua di San Gennaro: “Abbiamo bisogno anche della spiritualità e della forza oltrenatura per risolvere questa vertenza”. “Ci aspettiamo il blocco dei licenziamenti” ha aggiunto un altro lavoratore

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green pass, i nodi irrisolti dal governo su logistica e trasporti: “Zero controlli al Brennero, rischio concorrenza dall’est”. E nei magazzini l’incognita sul numero di no vax: “Su come sostituirli norma lacunosa”

next
Articolo Successivo

Whirlpool, alta tensione al tavolo al Mise: il consorzio per rilevare il sito non c’è ancora. Senza intesa venerdì scattano i licenziamenti

next