Il 9 ottobre a Roma si è tenuto il corteo dei No Green pass in piazza del Popolo, una protesta, in principio pacifica, che si è trasformata in ore di tafferugli e scontri con la polizia. I manifestanti si sono riversati nelle vie del centro, dove le forze dell’ordine hanno effettuato delle cariche per disperderli, usando idranti e lacrimogeni. Al momento sarebbero quattro le persone arrestate e tra queste compare il leader di Forza nuova Giuliano Castellino, che era sotto regime di sorveglianza speciale e che ha violato numerose prescrizioni, è stato fermato. Lungo via del Corso ci sono ancora parti di impalcature, monopattini, sanpietrini e cocci di bottiglia. Tutta l’area del centro storico e in particolare i palazzi istituzionali sono presidiati dalle forze dell’ordine, con diversi blindati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, no green pass in strada: costruiscono una barricata in via del Corso e minacciano i giornalisti con un badile

next
Articolo Successivo

Referendum per l’abolizione della caccia, perché se ne parla così poco? Troppi interessi?

next