“Ciao ragazzi, volevo dire una cosa… sfrutto questi due gin tonic che mi sono bevuto”, ha esordito così Alessandro Borghi in una serie di Instagram stories pubblicate sul proprio profilo ufficiale, ieri 23 agosto. Poi ha spiegato: “Ieri il Corriere della Sera, l’Huffigton Post hanno re-postato un estratto – un estratto, che va contestualizzato – di una mia intervista in cui parlavo del fatto che secondo me un essere umano, un uomo, per completare la sua esistenza su questo pianeta abbia bisogno di una persona vicino che lo porti a migliorarsi. Io parlavo di me. Voi avete commentato che questa è una cosa sessista. Quanto siete stupidi, porca put*ana, è incredibile questa cosa”.

E ancora: “Tutte le cose che finiscono con -ismo se non si sanno maneggiare bene sono molto pericolose… Come poteva essere un commento sessista? Io ho semplicemente risposto ad una domanda, ho detto semplicemente come un uomo, da solo, come individuo singolo non possa essere interessante. C’è sempre bisogno di qualcuno che ci aiuti a migliorare… e voi avete detto che è sessista. Non vi sopporto più. Menomale che ci sono i miei amici che vi insultano, io non posso”. Infine, dopo aver valutato che i commenti sotto l’articolo che riporta la frase ‘incriminata’ non sono poi molti, ha concluso: “Non cadiamo nel tranello… per fortuna gli stupidi saranno sempre di meno, vinceremo!”. Un sorriso, e una precisazione: “Non me ne frega un caz*o di quanti mi seguono sui social”, ha chiosato con l’auspicio che chi lo ha accusato di sessismo non sia tra i suoi follower.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jovanotti e la figlia Teresa che “lo piglia in giro”: “In realtà lui si stava facendo un video poetico e io…”. La foto è bellissima

next
Articolo Successivo

Chiara Ferragni: “Ogni settimana vado dallo psicologo”. Le sue parole

next