La polizia di frontiera greca “trattiene in maniera violenta e illegale gruppi di rifugiati e migranti prima di rimandarli sommariamente in Turchia, contravvenendo ai propri obblighi in materia di diritti umani previsti dal diritto internazionale e comunitario”. È quanto denuncia Amnesty International nel rapporto pubblicato dal titolo “Grecia: violenze, bugie e respingimenti”, che “documenta i respingimenti illegali delle autorità greche, via terra e via mare”. Nel video, gli interventi di Adriana Tidona, ricercatrice di Amnesty International sull’immigrazione in Europa e Riccardo Noury, portavoce Amnesty International Italia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“La salute sessuale e riproduttiva (e l’accesso all’aborto) tra i diritti umani”. 8 anni dopo la bocciatura il Parlamento Ue ci riprova

next
Articolo Successivo

Ddl Zan, per me il punto cruciale consiste nella sua formulazione

next