A un anno dalla morte dello scrittore Luis Sepúlveda, avvenuta il 16 aprile 2020 a causa del coronavirus, il comico e attore Paolo Hendel ricorda l’autore di best seller, come “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”. E lo fa scegliendo, per l’occasione, un intenso racconto tratto dal romanzo “Patagonia Express”. Messa da parte la consueta amara ironia, il risultato è toccante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

The Real Housewives di Napoli, “la brutta, la scema, la cattiva e la blatta”: la seconda stagione sulla piattaforma di Discovery

next
Articolo Successivo

Omofobia, il monologo di Crozza: “In fondo cosa è un bacio? L’apostrofo rosa tra le parole ‘ti’ e ‘meno’. L’apostrofo non c’è, intanto ti meno”

next