È stato fermato dalla polizia un minorenne residente in provincia di Caserta sospettato di essere l’omicida di Romeo Bondanese, il 17enne ucciso ieri durante una rissa a Formia. La vittima, insieme ai suoi amici, era stata coinvolta in uno scontro violento in Via Vitruvio, sul lungomare di Formia, nel corso della quale ha ricevuto diverse coltellate. Ricoverato in ospedale in condizioni critiche, il ragazzo è morto a seguito di un’emorragia. Salvi altri due ragazzi di 16 e 18 anni feriti durante la rissa, di cui uno in modo grave a una coscia (ma non è in pericolo di vita). La sua posizione è all’attenzione dei magistrati della Procura minorile di Roma, mentre la Procura di Cassino sta cercando di verificare se c’erano anche maggiorenni. A quanto ricostruito finora dalla polizia, la rissa è nata fra un gruppo di ragazzi del posto e un altro della provincia di Caserta. A un certo punto sarebbero spuntati i coltelli.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, dimezzato il numero degli operatori sanitari contagiati a un mese dall’inizio della vaccinazione

next
Articolo Successivo

Zona rossa a Viggiù (Varese), la sindaca: “Percentuale preoccupante di varianti del virus, iniziato lo screening della popolazione”

next