Poche parole in inglese, lente e scandite. Il video-messaggio che Piero Pelù ha voluto registrare per Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’università di Bologna arrestato al Cari a febbraio 2020 con l’accusa di sovversione e tuttora in carcere, è chiaro. “Amo l’Egitto e la sua millenaria cultura. Per questo chiedo: per favore, liberate Patrick Zaki. Ora. Grazie”, dice il cantante. L’appello è stato pubblicato sui canali social di Pelù che, pur rivolgendosi direttamente all’Egitto, su Twitter ha taggato Amnesty Italia che da mesi porta avanti la campagna per liberare lo studente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili