L’attrice statunitense Scarlett Johansson ha pubblicato un video su Youtube in cui chiede la “scarcerazione immediata” di quattro appartenenti all’ong egiziana per la difesa dei diritti civili “Eipr” tra cui Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università di Bologna in custodia cautelare con l’accusa di propaganda sovversiva. “Far sentire la propria voce in Egitto oggi è pericoloso”, ha detto la star di Hollywood all’inizio del video. “Vorrei citare quanto sta accadendo a quattro esseri umani arrestati erroneamente per il loro lavoro compiuto lottando per la dignità degli altri: Gasser, Karim, Mohamed e Zaki dell’Iniziativa egiziana per i diritti personali” (Eipr), ha detto l’attrice americana riferendosi rispettivamente anche al direttore esecutivo Gasser Abdel Razek, a quello per la Giustizia penale Karim Ennarah e al responsabile amministrativo Mohamed Basheer arrestati tra il 15 e il 19 novembre (mentre Patrick è in carcere da febbraio). Johansson ha chiesto “l’immediato rilascio” dei quattro. A tutti, ha ribadito, vengono mosse “accuse false che possono portare a molti anni di prigione” sebbene “il loro unico crimine sia stato quello di difendere la dignità degli egiziani”. “Il lavoro dell’Eipr – conclude Johansson – è una luce splendente per la democrazia e la libertà, non solo in Egitto e in Medio Oriente, ma per le persone di tutto il mondo. E buon compleanno Karim; non sei solo”

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aldo Montano, la moglie incinta e la figlia tutti positivi al Covid: “Siamo acciaccati forte”

next
Articolo Successivo

Morto Henri Chenot, addio al “mago” delle diete per i vip: da lui Andreotti a Berlusconi, Naomi Campbell e Cristiano Ronaldo

next