Sono state pubblicate in Gazzetta ufficiale le date del concorso straordinario della scuola, dedicato ai docenti con 3 anni di servizio. Lo scritto, come annunciato ieri dalla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina nonostante diverse resistenze all’interno della maggioranza, si terrà a partire dal 22 ottobre nei laboratori informatici degli istituti scolastici e in alcune aule universitarie del Paese. Sul sito del Miur è possibile visionare il calendario diviso per classe di concorso: i primi a partire saranno i professori abilitati in Discipline geometriche e architettura (A008), Disegno artistico e modellazione odontotecnica (A016), Tecnica della danza classica (A057) e Laboratorio di Odontotecnica (B006): i candidati dovranno presentarsi nelle sedi preposte dal ministero il 22 ottobre mattina. Le operazioni andranno avanti fino al 16 novembre (non fino al 9 come annunciato inizialmente) in modo tale da evitare assembramenti e garantire il rispetto delle regole anti-Covid.

Gli ultimi prof chiamati a sottoporsi alla prova (durante la sessione pomeridiana del 16) saranno quindi quelli abilitati in Strumento musicale per le scuole medie (Chitarra, percussioni e violino) e in Laboratorio di tecnologie orafe. Come si legge sull’avviso comparso in Gazzetta ufficiale, inoltre, “i candidati che abbiano presentato domanda per le regioni per le quali è disposta l’aggregazione territoriale delle prove, espleteranno le prove concorsuali nella regione individuata quale responsabile della procedura”. L’elenco delle sedi e la loro esatta ubicazione inoltre, verrà comunicata dagli uffici scolastici regionali “almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove tramite avviso pubblicato nei rispettivi albi e siti internet”.

Confermata dal ministero la durata dello scritto: sarà di 150 minuti. I candidati che hanno fatto domanda sono circa 64mila su 32mila posti messi a bando. Divieto di ingresso a chi avrà più di 37,5 di febbre o con una sintomatologia respiratoria in atto. Escluse anche le persone eventualmente in quarantena. In base all’accordo politico raggiunto prima dell’estate tra le forze che sostengono il governo, lo scritto consiste in 5 domande a risposta aperta, più un quesito per verificare la capacità di comprensione al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue. Incentrate sulle metodologie didattiche e sulle tipologie di disabilità, invece, le domande per chi concorre per il sostegno. Servirà un punteggio non inferiore a sette decimi per passare allo step successivo.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Screening nelle scuole, via libera del Cts ai test rapidi “antigenici”. Ecco in quali casi verranno utilizzati

next
Articolo Successivo

Università di Bergamo, consegnati i diplomi agli studenti laureati durante il lockdown: “Finivo la tesi con il suono delle sirene delle ambulanze”

next